Come spiare WhatsApp: la guida ai sistemi infallibili

Uno dei problemi che ci troviamo quotidianamente ad affrontare è come proteggere i nostri dati personali? Ogni giorno le nostre vite sono esposte agli occhi del mondo intero. E il rischio si moltiplica se pensiamo che una delle ricerche più cliccate sul web è “come spiare whatsapp“. E lo sapete che è una delle cose più facili che esista?

Ebbene sì, lo stalking digitale impazza ed è sempre più semplice carpire ogni genere di informazione sulle persone che ci stanno intorno. Non si sa più da chi guardarsi: tra genitori ansiosi, fidanzate ossessive e amanti gelosi, spiare le conversazioni per molti può diventare un qualcosa di molto allettante. Ma si può veramente leggere conversazioni whatsapp altrui? C’è un modo per scoprire tutto e nello stesso tempo per tutelarsi dagli stalker di turno che farebbero carte false pur di leggere una nostra chat?

In questo articolo vi sveleremo i metodi più comuni, che sono anche i più pericolosi. Avvertiamo che questi sistemi possono essere utilizzati solo per proteggere la tua privacy. Spiare Whatsapp è illegale e non possiamo assumere alcuna responsabilità se deciderai di usare questi trucchi per violare la privacy degli altri.

Come spiare WhatsApp

Spiare un telefono è diventato ormai estremamente facile e non cosa nulla. Vediamo quali sono i sistemi più semplici per controllare whatsapp altrui:

1. Come spiare Whatsapp dal pc

Un metodo molto più semplice per leggere le chat di Whatsapp viene proprio dall’applicazione ufficiale di messaggistica più famosa del momento. Si chiama WhatsApp Web e non è altro che la versione desktop del social che può essere utilizzata anche dal pc di casa.

LEGGI ANCHE  Samsung Galaxy Note 9, cosa cambia rispetto al Note 8

Connettersi a WhatsApp con questo sistema è semplicissimo. Basta andare sulle impostazioni dello smartphone della persona da spiare e scegliere l’opzione dedicata a Whatsappweb “scannerizza il codice QR”. A questo punto è sufficiente collegarsi dal pc al sito https://web.whatsapp.com/ che chiederà di inquadrare il QR Code. Saranno allora visibili sul desktop tutte le chat presenti sul cellulare. Infine, lasciando accesa la funzione “resta connesso” si ottiene un aggiornamento in tempo reale di tutte le chat presenti sul cellulare che è stato connesso a WhatsApp Web. In pratica, le conversazioni vengono lette nello stesso tempo in cui vengono scritte.

Ecco come spiare whatsapp: attraverso questo trucchetto si realizza un vero e proprio furto di identità, molto pericoloso per la persona spiata. Sono sufficienti pochi secondi per ottenere il codice e permettere allo stalker un monitoraggio praticamente eterno. Per questo è consigliatissimo non asciare mai il proprio cellulare incustodito o comunque proteggerlo con un codice segreto per impedirne l’accesso a chi non è autorizzato.

2. Applicazioni spia per controllare le chat WhatsApp

Il metodo più usato permette di installare sullo smartphone della vittima un’app che dirotta tutti i messaggi delle chat su un altro dispositivo. L’applicazione spia più usata al momento è Flexispy, un software che registra tutte le azioni effettuati con il cellulare e invia i relativi dati ad un server. Come scoprire se sei una vittima di questo metodo? Devi fare una scansione di tutte le app installate. In ogni caso non è facile appropriarsi di un cellulare e avere il tempo di installare e settare tutte le impostazioni spia.

LEGGI ANCHE  Onavo Protect rimossa, tensione sulla privacy tra Apple e Facebook

Come spiare WhatsApp altrui e come difendersi

Se il tuo intento non è quello di leggere conversazioni whatsapp altrui ma semplicemente quello di difenderti dagli spioni, ecco le dritte che fanno al caso tuo.

Oltre al fare attenzione a chi prende il tuo cellulare, ecco i comportamenti da adottare per evitare che il tuo smartphone finisca in mani sbagliate.

1. Controlla WhatsApp Web

Se spiare Whatsapp dal pc è semplice, WhatsAppWeb rivela sempre se c’è una connessione attiva. Se sospetti che qualcuno possa avere registrato in tua assenza il Q-Code sul proprio desktop, basterà controllare le impostazioni della app sul cellulare. A questo punto potrai scoprire quando e da quale browser è iniziata la connessione e, cosa più importante, potrai disconnettere WhatsApp dai dispositivi che non ti appartengono.

2. Aumenta la sicurezza del tuo codice blocco

Serve davvero poco tempo per clonare WhatsApp su un pc. Ma il rischio può essere ridotto o addirittura annullato mediante un codice blocco sicuro nella lock screen. Non è altro che il codice che viene richiesto quando si tenta di sbloccare il cellulare e serve ad impedire lìaccesso a coloro che non lo conoscono.

Attivalo così: su IOS (iPhone)

Impostazioni > Touch ID e Codice > Cambia Codice

Su Android

Impostazioni > Sicurezza > Blocco Schermo > Pin

3. Disattiva la visualizzazione banner dei messaggi nella lock screen

Un’altra dritta consiste nella disattivazione della visualizzazione messaggi nella lock screen. Se qualcuno tentasse di guardare il tuo Whatsapp non riuscirebbe a leggere le chat se non conosce il codice blocco del cellulare.

LEGGI ANCHE  WhatsApp ADS, ecco le novità che non piaceranno agli utenti

Per disattivare la visualizzazione dei messaggi nella lock screen si deve seguire questa procedura:

da IOS (iPhone): Impostazioni  > Notifiche > Messaggi > Mostra in Blocco Schermo (rimuovere la spunta)

da Android: Impostazioni > Sicurezza > Blocco Schermo > Pin à (dopo averlo impostato) Nascondere solo i contenuti sensibili

4. Controlla le app e resetta il cellulare

Per proteggere il telefono dalle applicazioni spia puoi effettuare periodicamente uno screening di tutte le app; in questo modo potrai monitorare se è tutto ok. Per prima cosa controlla la lista di tutte le app installate per verificare che siano state scaricate da te. Ecco come:

su IOS (iPhone): Impostazioni > Generali > Utilizzo Spazio e iCloud > Gestisci spazio

su Android: Impostazioni > App > Tutte

5. Pulizia di tutte le app

Infine, se il tuo sospetto è che qualcuno abbia messo una app spia per accedere alle tue chat l’unica cosa da fare è la pulizia completa dello smartphone. Dovrai resettare il telefono e così cancellare tutti i dati e le app presenti sul cellulare.

Ti è piaciuto questo articolo? Condividilo sui tuoi social! 

Leggi anche: 

Un articolo di Umberto Saffioti pubblicato il 28/03/2018 e modificato l'ultima volta il 27/05/2019