Etichettatrici automatiche: cosa sono e come funzionano

L’organizzazione di un ambiente di lavoro come quello industriale o commerciale prevede l’uso di tanti macchinari utili da impiegare soprattutto nella fase di produzione. Le aziende cercano di venire incontro alle esigenze dei vari processi industriali, predisponendo degli ambienti di lavoro consoni, dotati di tutti quegli attrezzi capaci di automatizzare e rendere più facili e veloci i vari processi. E fra i macchinari che non possono mancare in un’azienda di produzione ci sono sicuramente le etichettatrici industriali, molto importanti per stampare etichette o codici a barre. Vediamo di scoprirne di più sulle caratteristiche delle etichettatrici.

Cosa sono le etichettatrici industriali

Come abbiamo già riferito, le etichettatrici automatiche sono utilizzate spesso in ambito industriale, perché sono delle macchine importanti per riuscire a garantire la stampa automatica di etichette, numeri e codici a barre su prodotti ed imballaggi di vario genere.

In commercio esistono vari modelli, per cui sono le aziende stesse a dover scegliere l’etichettatrice automatica più funzionale, soprattutto valutando i tempi, i costi e la qualità della stampa.

È molto importante considerare, anche per una scelta giusta, la grandezza della macchina, in modo da valutare quale etichettatrice automatica può essere più adatta a portare avanti il nostro business di riferimento. Come abbiamo già specificato, esistono diversi modelli, fra i quali quelli più grandi possono essere adatti per una stampa frequente e costante oppure quelli più piccoli, anche portatili e di ridotte dimensioni, per portare avanti un piccolo business, nell’ambito del quale è necessario effettuare la stampa soltanto su pochi prodotti.

Le caratteristiche tecniche di un’etichettatrice automatica

Dal punto di vista tecnico e tecnologico sono notevoli le caratteristiche di un’etichettatrice industriale ed è bene conoscerne tutte le specifiche, anche per essere consapevoli del tipo di lavoro che queste macchine possono supportare.

Infatti esistono modelli dotati di diversi tipi di interfacce e di protocolli di comunicazione differenti. È possibile trovare etichettatrici con varie risoluzioni di stampa, per obbedire a diversi tipi di velocità, e che si rivelano ottime per ogni tipo di produzione.

Le macchine di questo tipo, in genere, hanno delle testate che possono essere montate e smontate in maniera piuttosto rapida. Tutto ciò consente ad esse di adattarsi a diverse etichette di vari formati. Alcuni modelli hanno come punto di forza l’opzione del cambio rapido, in modo da riuscire a passare in tempi molto ridotti da un formato all’altro, adattandosi a superfici differenti.

Ci sono poi sempre dal punto di vista tecnologico delle altre caratteristiche di cui è indispensabile tenere conto, come per esempio la connettività di etichettatrici che si connettono facilmente e rapidamente ad altri dispositivi tramite connessione wireless o Bluetooth o anche attraverso i cavi.

In quali settori vengono usate le etichettatrici

Le macchine etichettatrici possono essere utilizzate in vari settori, per esempio quelli che si occupano della produzione di cosmetici, di articoli da regalo e poi altri campi, come l’agricoltura, l’elettronica e la produzione di farmaci.

È possibile trovare l’etichettatrice giusta per ogni esigenza, in quanto queste macchine si prestano a differenti applicazioni. Per esempio si possono utilizzare etichettatrici nelle varie fasi di produzione con funzioni differenti.

Ad esempio una macchina può essere usata per applicare gli indirizzi di spedizione e le informazioni che riguardano i prodotti che vengono messi a punto, mentre altre macchine di questo tipo possono essere usate per applicare i codici a barre e i prezzi.

Le funzioni che possono mettere in atto sono davvero tante e alcune aziende utilizzano anche delle etichettatrici speciali in grado di distribuire molti tipi di etichette, sempre in relazione alla specifica produzione di cui ci si occupa, anche per imballaggi e contenitori, su cui è possibile agire attraverso l’automazione completa della stampa.

Un articolo di Adriano Riccardi pubblicato il 13/10/2021 e modificato l'ultima volta il 20/10/2021

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.