Sisma in Indonesia, coppia italiana superstite: “Siamo vivi per miracolo”

“Siamo vivi per miracolo”. Sono state queste le parole dette da una coppia che si trovava in vacanza durante il sisma in Indonesia; qui, proprio nei giorni scorsi si è verificato un fortissimo terremoto che ha causato morti e feriti. Inoltre, a distanza di qualche giorno dalla prima forte scossa se ne sono verificate altre; al momento si contano ben 142 morti e migliaia di feriti.

Mario e Carlotta, una coppia italiana in vacanza in Indonesia, si sentono dei sopravvissuti: hanno infatti raccontato la loro storia con parole molto tragiche. “Ci è crollato tutto addosso, stavamo scendendo le scale del resort nelle isole Gili quando è venuto giù tutto. Così siamo corsi al mare per cercare un punto sicuro, è stata un’esperienza drammatica”.

I due hanno inoltre sottolineato che dei tre voli speciali previsti per riportare a casa coloro che erano in villeggiatura, non ne è partito neanche uno.

Sisma in Indonesia, parla la coppia italiana superstite

La coppia ha trascorso la notte in collina, in compagnia di Aldo Montano, per paura dell’arrivo di uno tsunami; possibilità che era stata contemplata anche dagli esperti. Carlotta si è sfogata su Facebook parlando di una notte drammatica e raccontando di aver visto feriti alle braccia, alla testa, persone agitate. Assieme a Mario, è stata una dei pochi feriti gravi tra le persone attorno. Poi il traghetto per Lombok ed un minimo di tranquillità, anche se per loro l’odissea non è ancora terminata.

Rispetto agli interventi in atto, la Farnesina sottolinea la presenza di un lavoro di diplomazia ai massimi livelli; “si è protratto ininterrottamente durante la notte il lavoro di verifica, orientamento e assistenza messo in campo dall’Unità di crisi della Farnesina e dalla rete diplomatica italiana in Indonesia”. Si sta lavorando duramente e senza sosta per individuare tutti gli italiani in difficoltà a seguito del sisma in Indonesia e portarli il prima possibile a casa.

Carlotta non è dello stesso avviso. L’accusa gravissima degli italiani che hanno vissuto la terribile esperienza del sisma in Indonesia riguarda proprio i soccorsi. “Siamo stati abbandonati a noi stessi. Da soli. In un posto non organizzato per un’emergenza internazionale”. Nel frattempo attendiamo che la situazione si risolva e speriamo non ci siano altre forti scosse come quelle degli ultimi giorni.

Leggi anche:

Un articolo di Nicola Varriale pubblicato il 07/08/2018 e modificato l'ultima volta il 07/08/2018

Nicola Varriale

Grande appassionato di calcio e sport in generale, Nicola è sempre alla ricerca di notizie coinvolgenti e riesce a creare i contenuti più popolari con uno stile inconfondibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *