Niccolò Bettarini operato dopo le coltellate. La madre: “Intervento riuscito”

Domenica all’alba Niccolò, figlio dell’ex calciatore Stefano Bettarini e della presentatrice Simona Ventura, ha subito un accoltellamento ed è finito in ospedale d’urgenza. La preoccupazione è stata tanta, sia per i genitori sia per il mondo dello spettacolo e per noi fans affezionati. Le notizie di Niccolò Bettarini operato dopo le coltellate sono però confortanti.

Già dalle prime ore dalla brutta avventura del figlio, le parole di Simona Ventura sui social hanno tranquillizzato e smentito le preoccupazioni diffuse dai giornali online. Niccolò non è in pericolo di vita, aveva detto Simona; si è lesionato qualche nervo, certo comunque dovrà sottoporsi ad un intervento chirurgico, ma l’importante è che non sia in pericolo.

Niccolò Bettarini operato dopo le coltellate. L’intervento è riuscito

Gli amici dei genitori e colleghi si sono precipitati all’ospedale per far visita al ragazzo. L’intervento, appena concluso, è durato circa due ore, durante le quali gli è stato ricostruito il nervo danneggiato nell’arto superiore. La madre ha subito annunciato la perfetta riuscita dell’intervento; scrive sui social che il figlio avrà bisogno di tranquillità  e mesi di terapia per recuperare.

Il tutto è avvenuto all’Old Fashion, nota discoteca milanese. Pare che quattro persone abbiano tentato di aggredire Niccolò Bettarini e l’abbiano accoltellato in compagnia di un amico. La polizia e i carabinieri si sono subito mobilitati nelle indagini e nel frattempo il locale è stato chiuso per circa 30 giorni.

Pare che i responsabili del ferimento siano stati già riconosciuti e fermati dalla polizia. Due degli aggressori Niccolò Bettarini sono italiani e hanno ventiquattro e ventinove anni; gli altri due ragazzi sarebbero invece di origine albanese.

Uno degli italiani era già stato sottoposto a Daspo in passato, l’altro aveva precedenti penali; ragion per cui, essendo già sotto il mirino dei carabinieri, le indagini riguarderanno non solo il tentato omicidio ma seguiranno tutte le piste utili a definire il perché dell’aggressione. In ogni caso, la ripresa di Niccolò potrà portare alle indagini maggiori conferme. Nessuno dei quattro ha confessato; il PM, ad ogni modo, ha chiesto per tutti la custodia cautelare in carcere.

Nel frattempo Giacomo, il fratello minore di Niccolò, ha scritto sui social di meravigliarsi per come il fratello sia sopravvissuto ad un’aggressione così feroce nei suoi confronti. Nessuno, allo stato, riesce a spiegarsi il motivo per il quale queste persone se la siano presa con un diciannovenne.

Leggi anche: 

Un articolo di Nicola Varriale pubblicato il 03/07/2018 e modificato l'ultima volta il 03/07/2018

Nicola Varriale

Grande appassionato di calcio e sport in generale, Nicola è sempre alla ricerca di notizie coinvolgenti e riesce a creare i contenuti più popolari con uno stile inconfondibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *