Li mangiamo tutti i giorni: ecco la lista nera dei cibi tossici

I cibi che assumiamo quotidianamente contengono molte proprietà benefiche per il nostro organismo. Ci aiutano a prevenire e curare delle patologie. Molti di essi si possono, addirittura, sostituire ai farmaci; anche per questo, variare sempre e seguire una dieta equilibrata ci aiuta a mantenerci in salute. Esistono anche cibi che, se assunti in quantità eccessive, possono avere sull’organismo effetti nocivi. Per il loro potenziale questi meritano a pieno titolo la qualità di cibi tossici.

Vediamo di quali alimenti si tratta e scopriamo quali effetti negativi possono dare all’organismo, se assunti in grande quantità.

TONNO

E’ un pesce che fa bene alla salute. E’ gustoso e facile da preparare. Poiché potrebbe contenere del mercurio, si deve essere cauti a non mangiarne troppo spesso. Inoltre, bisogna fare attenzione dove viene acquistato perché potrebbe essere stato trattato con ormoni e antibiotici che arrecano danno alla salute.

Non andrebbe consumato più di una volta al mese. Molti lo mangiano in scatola e in questi casi bisogna limitarne il consumo a un massimo di un paio di scatolette. Un consumo eccessivo di tonno potrebbe causare debolezza fisica, danni alla vista e all’udito e difficoltà nella coordinazione delle parole.

RABARBARO

Tra i cibi tossici va annoverato anche il rabarbaro, una pianta erbacea che va assunta con parsimonia. Ha proprietà lassative che potrebbero causare forti dolori addominali. Se assunto in quantità eccessive può dare problemi circolatori. Se ne sconsiglia l’assunzione ai bambini e alle donne in gravidanza o allattamento.

NOCE MOSCATA

E’ molto apprezzata in cucina. Utilizzata per insaporire i piatti, se consumata esageratamente agisce come un allucinogeno. Può causare palpitazioni, nausea, disidratazione e convulsioni. La reazione a questa spezia dipende dalla sensibilità del soggetto. La quantità consigliata è di circa 8 grammi.

SPINACI E BIETOLE

Gli spinaci e le bietole sono delle verdure ricche di sostanze nutritive. Arricchiscono le nostre insalate e si possono assumere sia crude che cotte. Se ne possono consumare, senza eccedere la quantità giornaliera di 3 chili. L’acido ossalico in essi contenuto può dare origine a calcoli renali, abbassamento di pressione e nausea.

NOCI BRASILIANE

Sono molto buone, ma purtroppo non se ne possono assumere più di 5 al giorno. Contengono selenio che provoca nausea e dolori addominali, ma il sintomo più grave è l’indebolimento di denti, unghie e capelli. Non esagerate, quindi, se non volete correre il rischio di avere delle scariche diarroiche.

Leggi anche:

 

Un articolo di Patrizia Vardaro pubblicato il 08/08/2017 e modificato l'ultima volta il 28/06/2018

Patrizia Vardaro

Cultrice di salute e benessere, è particolarmente attenta al mondo delle mamme e dell’infanzia. Cura anche una rubrica dedicata alle neo-mamme e alle donne in dolce attesa. Ha una grande passione per l’oroscopo e il mondo dell’astrologia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *